Basilicata - Parchi e aree protette
 

BASILICATA i parchi

PARCO NAZIONALE DEL POLLINO

Sede: Via delle Frecce Tricolori, 6 - 85048 Rotonda (Pz) - Tel: 0973669311
REGIONI: Basilicata, Calabria - PROVINCE: Cosenza, Matera, Potenza   

ll Parco Nazionale del Pollino è tra le più grandi aree protette in Italia. Diviso tra la Basilicata e la Calabria, il Parco comprende un vasto territorio dominato dai Massicci del Pollino e dell'Orsomarso, con vette tra le più alte dell' Appennino meridionale, dalle quali è possibile godere di una eccezionale vista sulle coste tirreniche di Maratea e sul litorale ionico da Sibari a Metaponto(...)

Approfondisci

PARCO REGIONALE GALLIPOLI COGNATO E PICCOLE DOLOMITI LUCANE

Sede: Accettura (MT) Località Palazzo - Tel e Fax: 0835/675015 
REGIONI: Basilicata - PROVINCE: Potenza, Matera   

ll Parco Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane ha un'estensione di 27.027 ettari compresi entro i confini dei comuni di Accettura, Calciano ed Oliveto Lucano in provincia di Matera, e Castelmezzano e Pietrapertosa in provincia di Potenza. Il territorio, che include la foresta di Gallipoli Cognato (4.200 ettari) , il bosco di Montepiano e le zone delle Piccole Dolomiti Lucane, è caratterizzato da un paesaggio dai caratteri spiccatamente alpini, ricco di foreste formate da alberi secolari di cerro, a volte di dimensioni imponenti. (...)

Approfondisci

PARCO DELLA GRANCIA

Sede: Brindisi di Montagna (Pz) - Tel: 0971/23555

Il Parco della Grancia è il primo Parco storico-rurale e ambientale d’Italia. Si estende su 12 ettari, in uno straordinario scenario naturale, nella foresta demaniale Grancia, nel territorio di Brindisi di Montagna, caratteristico paese di origine albanese che domina il Parco con la sua suggestiva torre diroccata. Attrazione principale del Parco è il Cinespettacolo “La storia bandita”, evento multimediale che racconta le rivolte contadine meridionali utilizzando un mix di forme di rappresentazione (teatro, danza, musical, cinema), attori, danzatori, cavalieri, musiche in multidiffusione, luci, schermo ad acqua con proiezioni cinematografiche, grandi immagini e suggestivi effetti pirotecnici.

PARCO DELLA VAL D'AGRI

REGIONI: Basilicata - PROVINCE: Potenza   

Il Parco della Val d'Agri, istituito nel 1998, occupa un' area di circa 800 chilometri quadrati e rappresenta la naturale cerniera tra il Parco del Cilento e il Parco del Pollino. Caratterizzata dalla presenza di estesi boschi di faggio e di cerro, l' area verde del Parco rappresenta l' habitat ideale per molte specie protette, come la lontra, il lupo appenninico, il gatto selvatico, la martora, lo scoiattolo meridionale. L' avifauna è rappresentata dal falco pellegrino, la cicogna bianca, il cavaliere d'Italia e altri trampolieri. All' interno del Parco si trova l' area archeologica dell' antica Grumentum e molti borghi ricchi di storia.

PARCO DELLE CHIESE RUPESTRI DEL MATERANO

Sede: Via Sette Dolori, 10 (Rioni Sassi) Matera (Pz) - Tel:  0835 336166

Il Parco archeologico storico naturale delle Chiese rupestri del Materano, più noto col nome di Parco della Murgia Materana, si trova tra i comuni di Matera e di Montescaglioso. All' interno del territorio, di natura calcarea e solcato da profonde gole, anfratti rocciosi si trovano importanti insediamenti risalenti al Paleolitico e al Neolitico, masserie fortificate e chiese rupestri. La vegetazione comprende numerose specie, tra le quali il Ginepro, il Perastro, il Carrubo, la piccola e rara orchidea “l'Ofris Matheolana”; la fauna è rappresentata dalla volpe, il tasso, l' istrice, il nibbio bruno, l' airone cinerino, il falco dei Naumanni.

BASILICATA altre aree protette

RISERVA NATURALE DELL' ABETINA

Laurenzana (Pz)
Per informazioni: WWF Basilicata - Via IV Novembre, 6 - Potenza - Tel. 0971 411382

La riserva naturale dell' abetina di Laurenzana rappresenta un ormai raro esempio di bosco misto di cerro, faggio e abete bianco (Abies alba). Fanno parte della vegetazione prugnoli e rovi, rosa selvatica, alberelli di pero selvatico. La fauna comprende specie come il lupo ed il gatto selvatico, la lepre, il ghiro, la donnola, la martora, il tasso. Molti i rapaci; tra essi il nibbio reale, lo sparviero, la poiana e il gheppio.


OASI FAUNISTICA DEL PANTANO

Sede: Pignola (Pz)
Apertura: tutti i giorni, 09:00-13:30 - 16:00-20:30   

Il lago del Pantano di Pignola occupa una conca circondata da vette che raggiungono i 1000 metri di altezza. L' area circostante il lago, originato da uno sbarramento artificiale è ricca di canneti, tife e giunchi. Le specie vegetali più diffuse sono il salice bianco, l' ontano napoletano, il pioppo. Fanno parte dell'avifauna del lago, l'airone cenerino, la gallinella d'acqua, la garzetta, il martin pescatore, la pavoncella, ecc. Tra gli anfibi rane, l'ululone dal ventre giallo e il rospo comune. Donnole, la volpi, faine e ricci popolano i boschi circostanti.

RISERVA NATURALE ORIENTATA DELLE GROTTICELLE

Sede: Rionero in Vulture (Pz)
Per informazioni: Corpo Forestale dello Stato – Ufficio territoriale per la biodiversità di Potenza - tel. 0971 411064

E' il primo esempio in Italia di area istituita per la protezione di un insetto: la farfalla notturna Brahmaea che generalmente vive in zone tropicali e subtropicali e che si riteneva estinta in Europa da almeno 300 milioni di anni.