Hotel a Maratea

Vasta selezione di hotel a Maratea e lungo la costa di Maratea



Centro Benessere a Maratea

Hotel e Centro benessere a Maratea


 
Viaggio in Basilicata: Maratea
 

MARATEA E LA COSTA DI MARATEA

La "Dea Maris"  

Unico centro della Basilicata che affaccia sul Mare Tirreno, Maratea è situata al centro di una fascia costiera di straordinaria bellezza: la Costa di Maratea si estende per circa 32 km di insenature, spiaggette, scogli , secche, rocce a strapiombo su un mare dal colore azzurro intenso, splendide grotte accessibili solo dal mare. La lussereggiante vegetazione è caratterizzata da euforbie, olivi, carrubi, mirto, pini marittimi, che nell' immediato entroterra cedono il posto a boschi di querce, carpini, lecci e castagni. Il paesaggio incontaminato e un mare tra i più puliti d' Italia hanno fatto di Maratea una notissima località turistica.

Il Comune di Maratea è formato da un nucleo storico dal caratteristico impianto medievale situato alle pendici del Monte S. Biagio.
Del territorio di Maratea fanno parte cinque frazioni costiere dotate di rinomate stazioni balneari: Castrocucco, Marina, Fiumicello, Cersuta e Acquafredda. Dietro il Monte San Biagio si trovano due frazioni montane: Massa e Brefaro. Il Porto, antico centro di collegamento di Maratea con il resto del mondo, è oggi un punto di attracco di peschereggi e moderne imbarcazioni da diporto, ma anche un suggestivo luogo di ritrovo per i turisti.

Le origini di Maratea sono sicuramente antichissime; i ritrovamenti archeologici di Capo La Timpa attestano una frequentazione che va dall’età del bronzo all' età imperiale romana, ma reperti ritrovati sulla spiaggia di Fiumicello risalgono invece al Paleolitico. La presenza romana sul territorio è dimostrata dal ritrovamento, nel fondale adiacente all’isolotto di Santojanni, di reperti archeologici subaquei, in particolare da un impianto per la fabbricazione del garum (la famosa salsa di pesce molto apprezzata dagli antichi Romani). Nel Medioevo, forse ad opera di monaci basiliani, prese vita il primo nucleo abitatato sulla cima del Monte San Biagio, successivamente fortificato. Le 8 torri quadrate che è possibile osservare percorrendo la costa furono invece costruite nel XVI sec. da Pietro di Toledo per difendere il territorio di Maratea dalle incursioni dei saraceni.

Maratea è nota anche come la città delle 44 Chiese che attestano un' intensa fede religiosa e conservano importanti opere d' arte. Da visitare, nel centro storico, la Chiesa di Santa Maria Maggiore, del 1400 e la Chiesa di S. Vito, costruita nel secolo XI. Autentico cuore della fede marateota è però la Basilica di San Biagio all'interno della quale è collocata la Regia Cappella, che custodisce le reliquie del Santo, vescovo martire armeno patrono di Maratea e il busto del Santo in argento, copia dell'originale settecentesco recentemente rubato.
Di fronte al santuario, a picco sul mare troviamo la statua del Redentore alta 22 metri.

La citazione
"Forse in Italia non c'è paesaggio e panorama più superbi. Immaginate decine e decine di chilometri di scogliera, frastagliata di grotte, di faraglioni, di strapiombi e di morbide spiagge davanti al più spettacoloso dei mari, ora spalancato e aperto, ora chiuso in rade piccole come darsene..." (Indro Montanelli)

 

Gli itinerari (in costruzione):

Matera - Maratea - Acerenza - Metaponto - Venosa - Castel Lagopesole - Melfi

Residence Maratea